Per molti anni non sono riuscita a raggiungere l’orgasmo. La prima volta che è successo mi sono sentita finalmente me stessa, completa, come se avessi riacquisito il mio potere e avessi incontrato quella parte di me che cercavo da tempo”. 

Sono le parole di una delle tante donne che hanno deciso di condividere esperienze e dubbi su un tema spesso taciuto, da cui ha preso il via questo libro: una sorta di manuale, rivolto alle donne che desiderano prendere maggior confidenza con se stesse e con la propria sessualità.

I vissuti di 16 mila donne

Vengo prima io (Fabbri Editore), scritto da Roberta Rossi, psicoterapeuta e sessuologa (presidente della Federazione Italiana Sessuologia Scientifica), insieme alla giornalista Giulia Balducci, nasce infatti da un questionario anonimo compilato da oltre 16 mila donne, in cui veniva chiesto non solo di rispondere ad alcune domande sul sesso e sulle proprie esperienze erotiche, ma anche quali curiosità o dubbi avessero all’argomento.

Informazione a volte superficiale

“Di sesso si parla moltissimo: al cinema, online, nei libri”, sostiene l’autrice. “Manuali, articoli, servizi che vogliono insegnarci come ‘farlo impazzire a letto’, o come ‘conquistarla tra le lenzuola’ sono infiniti.

Anche sul piacere femminile sembra che sia stato detto già tutto. Invece a tante donne restano dubbi, domande, confusione, frutto di una divulgazione a volte superficiale dell’informazione, e di studi concentrati soprattutto sulla fisiologia maschile”. 

Sperimentare nuove strade?

Pagine scritte con rigore scientifico e leggerezza. C’è chi è alle prime esperienze e vuole scoprire cosa la soddisfa davvero, chi in coppia non sa come esprimere a voce alta i propri desideri, chi dopo il parto fatica a ritrovare il piacere.

C’è anche la donna che in menopausa sta vivendo dei disagi, e chi è curiosa di sperimentare nuove strade.

La parte iniziale del libro è dedicata alla descrizione dell’anatomia della vagina (o meglio, vulva, come specifica l’autrice nelle prime pagine), mentre nei capitoli successivi vengono affrontati argomenti come l’autoerotismo, l’orgasmo, il sesso orale, la sessualità anale, le fantasie erotiche, il porno, i sex toys e la contraccezione. 

Operazione tutta al femminile

“Sono trascorsi decenni da quando la scrittrice americana Shere Hite iniziò a pubblicare libri sulla sessualità femminile”, osserva Chiara Simonelli, sessuologa e psicoterapeuta, docente presso l’Università La Sapienza di Roma, “capovolgendo l’ottica tradizionale che imponeva la visione dell’esperto al pubblico in maniera accademica.

In altri termini, il sessuologo, quasi sempre un maschio, spiegava alle lettrici come funzionava la loro sessualità e quali fossero le caratteristiche apprezzabili e quelle disfunzionali.

Oggi due esperte in campi differenti, Roberta Rossi e Giulia Balducci, ci riprovano e fanno un’operazione tutta al femminile, partendo da migliaia di testimonianze”.

Un libro anche per lui

Vengo prima io è un libro rivolto a lei, ed è perfetto per la coppia che sceglie di condividere con sincerità dubbi e timori. Ma è un testo che fa bene pure a lui. Se ti stai avvicinando a una donna rimani aperto, e considera i mille aspetti (e qualche  segreto…!) dell’universo femminile.

Articoli BY:

abarbangelo@tiscali.it

Giornalista e web writer. Antonio Barbangelo vive e lavora a Milano, ama il mare e i profumi delle colline toscane. Giornalista professionista dal 1989, scrive di economia, marketing, comunicazione, psicologia. Impara il “mestieraccio” parlando di ambiente in una radio privata e collaborando col settimanale Il Mondo (Rizzoli); poi lavora nelle redazioni di GenteMoney, BancaFinanza, ItaliaOggi, L’Impresa. Si è occupato di editing e ghostwriting per banche e compagnie assicurative; nel 2009 ha scritto Pausa Caffè (Egea Editore), un libro sul mondo della distribuzione automatica. Ascolto e curiosità sono i suoi ferri del mestiere preferiti. Negli ultimi anni si è fatto catturare dalla passione per diari e autobiografie, con la complicità del prof. Duccio Demetrio, fondatore della LUA, la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (Arezzo).

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *