Ah belli, come siamo messi?

Alle 21.30 del 30 gennaio, Davide Marsili, uno dei soci titolari, senza alcun scrupolo e con la faccia tosta che gli è congeniale, chiede a me e alla mia commensale di liberare il tavolo nell’angolo, perché non avevamo prenotato e la folla di giovani all’ingresso premeva per entrare. Coppie, single, amici, tutti in coda per gustare le specialità di “Un sacco bello”, la trattoria che propone la vera cucina romana, inaugurata lo scorso dicembre a Milano in via Lodovico Muratori 50, a due passi da viale Umbria e dall’agguerrita concorrenza di “Giulio Pane e Ojio”, ristorante capitolino di fama consolidata ubicato nella stessa via ma più vicino a corso di porta Romana.

Allegria e romanticismo
L’atmosfera è qui davvero tipica delle trattorie romani, con le tovaglie a quadratoni, informale e al contempo romantica grazie alle luci soffuse. Davide spiega subito che l’obiettivo è portare la

 l’obiettivo è portare la vera cucina romana; se mi chiedi ad esempio, la mozzarella di bufala, ti mando a quel paese.

“Un sacco bello è l’unità di misura del gusto, dell’accoglienza, e del piacere romanesco” leggiamo nella pagina di apertura del menu. “La nostra missione è portare un po’ di capitale in tutta Italia, facendo assaporare la cucina della Città eterna presentata a regola d’arte. Siamo legati all’atmosfera della nostra Roma, all’allegria che inevitabilmente comunica, e vogliamo esportarla affinché tutti possano goderne. Gricia, cacio e pepe, carbonara e amatriciana sono il nostro biglietto da visita”.

Alcuni piatti
Ma anche carciofi alla giudea (tipico carciofo romano fritto), fiori di zucca con mozzarella e acciuga, puntarelle romane, e una strepitosa coda alla vaccinara. Persino l’acqua minerale, leggermente frizzante al naturale, arriva da Nepi (Viterbo). Il vino rosso? Da Velletri, ma non posso dirti qual è, è un nostro segreto risponde Davide. Non è di sicuro una cucina per salutisti, meglio saperlo prima. Fritti e olio qui abbondano, ma si mangia proprio bene. Le portate sono davvero gustose, compreso il dessert: “maritozzo con la panna”, o “tiramisù a modonostro”. Non manca la musica di fondo.

www.1saccobello.it/

Articoli BY:

aleluongo@tiscali.it

Alessandro Luongo è nato a Taranto il 12 luglio 1962. Si laurea in Filosofia con orientamento psicologico alla Statale di Milano, dove inizia a tracciare la sua teoria del "pensiero motorio". Lavora come giornalista per i principali gruppi editoriali nazionali (Rizzoli, Mondadori), scrive in particolare per il Corriere della Sera e vanta un'esperienza come autore televisivo in due produzione Rai2, di cui una realizzata in Arizona, nel 2006. E’ single, ma spera di trovare l’anima gemella con Coppiaperfetta.it.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *