Mercatini nei borghi arroccati, presepi viventi di antica tradizione, una proposta culinaria dal sapore autentico, relax davanti al camino in una taverna in quota o nel calore di uno chalet in legno immerso nel bosco, ma anche adrenalinici percorsi da fare in ebike e trekking nella neve. La Living Mountain della Tenuta del Ciocco, nella valle del Serchio, in provincia di Lucca, regala emozioni uniche nella stagione invernale.

Dove Mangiare. Distesa su oltre 600 ettari, la Tenuta del Ciocco ospita al suo interno quattro ristoranti diversi, in ognuno dei quali regna un’atmosfera diversa. Ad accomunarli è l’attenzione ai prodotti del territorio, come farro, salumi, formaggi e vini locali. Cinque i menu degustazione proposti durante le festività di Natale alla Locanda Alla Posta, pensati per cene e pranzi d’auguri, in famiglia o con amici e colleghi, in grado di soddisfare gusti e budget diversi, il locale ospiterà anche il banchetto di Natale, il brunch di Santo Stefano e la serata di San Silvestro; il veglione della Befana (5 gennaio), invece, sarà alla Taverna dello Scoiattolo, una baita di montagna a 1.000 metri di altitudine, riscaldato da un grande camino e da arredi dal gusto vintage. Protagonisti della tavola salumi tipici del territorio come il prosciutto Bazzone (presidio Slowfood), il Biroldo e la Mondiola, accanto ai classici tortellini in brodo di cappone, tacchino ripieno e polenta al forno.

Natale nella valle. Tante le attività previste nel periodo delle feste nella vallata. A partire da Barga in Cioccolato (7 e 8 dicembre), festival interamente dedicato ai maestri cioccolatieri che si svolge nelle vie del pittoresco centro, dove sarà possibile gustare svariate specialità a base di cioccolato, dalle praline ai liquori. Ad animare il weekend dell’Immacolata anche una serie di eventi per tutta la famiglia, tra cui il mercatino artigianale e dell’antiquariato. Sabato 7 e domenica 8 dicembre l’antico borgo di Campocatino si trasforma nel Villaggio di Natale: le vie si popoleranno di bancarelle delle arti e dei mestieri, prodotti tipici come i necci con la ricotta, le frittelle, il castagnaccio, le mondine e le tullore saranno serviti accompagnati da vin brulé in tazze natalizie. E non mancheranno zampognari e canti natalizi. Sul calar della sera si terrà la rappresentazione vivente della Natività. La sera del 23 dicembre a Barga si terrà il Presepe Vivente, la più antica tradizione della Valle del Serchio: la rievocazione della Natività si snoderà lungo i vicoli lastricati del centro storico, nelle piazze medievali e rinascimentali. Grazie alla partecipazione di oltre 200 figuranti, per una sera le vie saranno nuovamente popolate dagli antichi mestieri di un tempo: l’arrotino, il maniscalco, il barbiere di una volta, le lavandaie, l’impagliatore, il falegname. La sera della Vigilia di Natale sarà possibile assistere all’accensione dei Natalecci, antica tradizione garfagnina, particolarmente sentita nel Comune di Minucciano a Gorfigliano, che vede incendiare imponenti torri di ginepro alte oltre 15 metri. Tradizione vuole che a seconda del loro scoppiettare e della loro resistenza e durata si traggano importanti auspici sul nuovo anno.

Anche la Befana, tradizione italiana antichissima, rivive a Barga il 5 e il 6 gennaio di ogni anno. La festa inizia nel pomeriggio della vigilia dell’Epifania, quando la Befana, fazzoletto in testa e sacco di iuta sulle spalle, parte dalla propria casetta di legno di Pegnana, sulla montagna barghigiana, dove dal 2004 ha la sua residenza ufficiale, per arrivare nel centro storico della cittadina.

Natura e adrenalina in quota. La stagione invernale non ferma le attività all’aria aperta. Oltre ai bike tour per godere di foliage e panorama, ogni giorno della settimana è possibile prendere parte a una Ciocco experience diversa per vivere a pieno il territorio e la natura. Dalle escursioni guidate alla ricerca di erbi commestibili e altri frutti del bosco, alle lezioni di cucina per mettere alla prova la propria abilità ai fuochi, ai safari fotografici per immortalare scorsi inediti della vallata. Senza dimenticare uno degli eventi più attesi nella Tenuta: il Rally il Ciocchetto che quest’anno si rinnova con una super prova speciale di cinque chilometri. Venerdì 20 e sabato 21 dicembre la Living Mountain vibrerà al rombo dei motori. Uno spettacolo per tutti che si concluderà con una festa di fine rally per festeggiare i vincitori e scambiarsi auguri di Natale.

Dove dormire. Per vivere la magia dell’atmosfera natalizia in Garfagnana e nella Valle del Serchio, tra lo shopping nei mercatini natalizi e appuntamenti dal sapore autentico, la Tenuta del Ciocco si propone come luogo ideale dove fare base, grazie alle diverse strutture ricettive, con servizi centralizzati secondo i criteri dell’albergo diffuso. Tra queste il Boutique Hotel Monteceneri, oggetto di una recente ristrutturazione che ha restituito agli ambienti eleganza attraverso l’utilizzo del legno di castagno, stoffe intessute su antichi telai e ferro lavorato in modo artigianale; il College e il Belvedere, accoglienti chalet di montagna, soluzione più intima per chi ama respirare l’atmosfera del posto senza rinunciare a nessuna comodità.

Sito Web Il Ciocco

Articoli DI:

aleluongo@tiscali.it

Alessandro Luongo è nato a Taranto il 12 luglio 1962. Si laurea in Filosofia con orientamento psicologico alla Statale di Milano, dove inizia a tracciare la sua teoria del "pensiero motorio". Lavora come giornalista per i principali gruppi editoriali nazionali (Rizzoli, Mondadori), scrive in particolare per il Corriere della Sera e vanta un'esperienza come autore televisivo in due produzione Rai2, di cui una realizzata in Arizona, nel 2006. E’ single, ma spera di trovare l’anima gemella con Coppiaperfetta.it.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie di terze parti. Per continuare a navigare nel sito dovete acconsentire al nostro uso dei cookies.