La nostra casa, il nostro nido, il nostro luogo riservato. «Quando entriamo nel nostro spazio abitativo ci spogliamo della nostra immagine pubblica e lasciamo trionfare il nostro Sé privato anche con un abbigliamento più rilassato, morbido e avvolgente», spiega la dottoressa Paola Pizza, docente di psicologia della moda.

«In questi mesi, in cui la nostra casa è diventata anche l’area per lo smart working abbiamo però visto outfit inguardabili e assolutamente impensabili in un contesto aziendale: felpe, tute, pigiami, ciabatte, capelli scarmigliati o raccolti con le pinze, posture che stridono con il ruolo lavorativo».

Per avere la conferma basta curiosare tra i profili Instagram.

Se da un lato molte note influencer, come le sorelle Kardashian e Chiara Ferragni, durante il lockdown hanno sfoggiato pantofole di lusso firmate Louis Vuitton dai colori sgargianti e trame maculate in pelliccia, dall’altro sui social abbiamo letto anche pubbliche dichiarazioni di trasandatezza felice e appagata tanto che l’#hoodie è diventato virale.

Stando a casa abbiamo perso la nostra capacità di comunicare? Ci siamo dimenticati che la nostra immagine racconta molte cose di noi e ci aiuta a raggiungere i nostri obiettivi?

4 consigli per essere a posto e very stylish

1 Nei momenti privati di relax: scegli un look confortevole
«Ma non rinunciare a qualche dettaglio speciale per sentirti in ordine», suggerisce la dottoressa Paola Pizza. Anche solo per amore nei confronti di te stessa.

Un esempio è un intimo sexy, che alza sempre il livello di autostima. Un’altra idea è indossare un gioiello per sentirti più luminosa e preziosa.2 Durante lo smart working ci vuole un outfit professionale
Mai perdere di vista gli obiettivi lavorativi, il ruolo, l’azienda o l’organizzazione per cui si lavora, è l’avvertimento  della psicologa.

La camicia bianca è un grande classico che illumina e dà più credibilità, qualunque sia la propria posizione nell’organigramma. Perfetta con una giacca monopetto, da tenere anche sbottonata come un cardigan.

3 Per gli Zoom con gli amici, meglio scegliere un look modaiolo, creativo, spontaneo
Ok ai tuoi soliti jeans e al tuo solito maglioncino, ma se sei una donna non dimenticare i tacchi, se li hai sempre usati per andare agli aperitivi, perché con i tacchi la postura cambia anche da sedute, così come aumenta la consapevolezza di noi stessi e del nostro corpo.

«Con i tacchi le donne si percepiscono più forti, determinate, sicure, seducenti», assicura la psicologa della moda.

E gli uomini? «Si percepiscono più efficaci e attraenti con scarpe lucide, stringate e con un po’ di tacco». Avete presente le Derby o le Oxford?

4 E per le cene romantiche con il partner, online o a casa?
La regola aurea per lei e per lui è puntare tutto sull’abbigliamento intimo, ma anche curare altri dettagli ad alto tasso di sensualità che appartengono a tutto il look come sete scivolose o morbido cashmere. L’importante è trasmettere il messaggio che ci teniamo a piacere e prestiamo attenzione al partner.

Vi interessa la psicologia della moda? Seguite il blog della della dottoressa Paola Pizza: www.psicologiadellamoda.com

Paola Pizza, psicologa della moda. È stata professore a contratto di Psicologia Sociale e di Teoria e tecnica del colloquio psicologico alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Firenze. Ha contribuito a diffondere in Italia la Psicologia della moda con il primo corso di Psicologia della moda al Polimoda, dove ha insegnato per oltre 20 anni, a partire dal 1992.  Ha scritto il libroPsicologia Sociale della moda. Abbigliamento e identità(QuiEdit), oltre ai volumi Abiti e tacchi. Il potere della moda(QuiEdit), “Vestire l’inconscio. La psicologia della moda come nuovo ambito di lavoro per gli psicologi(Amazon Kindle Book), “L’ottimismo nella vendita. Come vendere prodotti moda e non solo(FrancoAngeli). Con i suoi corsi ha formato molti imprenditori, manager, psicologhe della moda e consulenti di moda, tiene conferenze ed è Fashion Psychology Coach. È stata intervistata da molte riviste di moda, quotidiani, radio e TV.

Articoli BY:

boccuni.aurora@gmail.com

Blogger per passione, giornalista professionista esperta di moda e bellezza, italiana al cento per cento ma con il cuore diviso a metà tra Londra e New York, due città in cui ha vissuto e in cui le piace tornare - per lavoro o per piacere - non appena le è possibile. Per lei beauty e fashion sono un gioco e uno svago, ma anche un grande impegno. Aurora crede fermamente che la cura del corpo e del look servano a tenere in forma e in ordine anche il cuore e la testa. Dal suo punto di vista occuparsi del proprio aspetto è anche un modo efficace per sentirsi bene, allenare l’autostima, stimolare buoni pensieri e migliorare il benessere complessivo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *