Come trasformare un micro habitat da single in un perfetto mini appartamento per due.

Non conta avere molti mq per vivere bene, se lo spazio è di qualità. La conferma l’ho avuta durante il lockdown, quando la casa si è trasformata nel luogo di lavoro e anche il mio appartamentino non poteva più essere solo un pied-à-terre! Il discorso si complica se poi uno studio flat deve diventare una capanna per due cuori, cioè un monolocale x1 (+1).

Come gestire i metri quadrati? Vi racconto la mia esperienza e condivido con voi le mie idee per ottimizzare un alloggio monocamera migliorandone la qualità e la funzionalità.
Il mio ragazzo viveva in affitto in una casa in condivisione, mentre io in un piccolo monolocale in un sottotetto. Il giorno in cui si è trasferito da me trovare un angolo per i suoi vestiti non è stato semplice.

Il primo consiglio: usare le scatole e ragionare in metri cubi per trovare uno spazio in cui collocarle (per convivere al meglio in un piccolo appartamento l’Ordine, sì con la O maiuscola, è fondamentale). Quando i mq sono limitati, le altezze giocano un ruolo fondamentale: posizionate arredi che arrivino a soffitto per creare elementi contenitivi, aggiungendo una scala a pioli come elemento giocoso per raggiungere le armadiature più alte. Optate per il concetto del “Less is More”: non vi servirà il servizio della nonna da 12 per vivere in un microcosmo lei&lui.

Trick numero due: i colori vivaci sono stupendi, ma controindicati per sentirsi sereni in piccoli ambienti. La casa dev’essere un’oasi di pace, quindi meglio optare per le palette chiare. Se però non volete rinunciare alle tonalità intense, dipingete di un colore acceso una sola parete: ingannerete lo sguardo e conferirete più profondità alla stanza. Il concetto di light vale anche per i tessuti, i tappeti e le tende (in quest’ultimo caso preferite le trame leggere che possano filtrare più luce possibile: un ambiente luminoso apparirà subito più grande).

Attenzione alla luce artificiale: si possono creare cambiamenti significativi sostituendo le lampadine fredde con quelle calde. Non accontentatevi di avere uno specchio soltanto in bagno: le superfici riflettenti non solo amplificano, ma vi saranno utilissime al mattino quando dovrete truccarvi mentre lui occuperà il bagno per farsi la barba. Per conferire al contesto un look più femminile, scegliete cuscini in toni pastello con fantasie molto piccole. Sì alle candele profumate, che sono un inno alla gioia e alla femminilità.

A proposito di accessori: non siate frettolosi, ma fatevi colpire al cuore dagli oggetti, in questo modo non vi annoieranno mai e rimarranno con voi anche nelle abitazioni future. Non dimenticate che il vuoto può essere riempito con cose che già possedete senza nemmeno saperlo.

E per finire, il tocco green: in questo momento è di gran moda il terrario, una piccola oasi in un barattolo di vetro di cui – ne sono certa – vi innamorerete!

Articoli BY:

cassinarisa@gmail.com

Curiosa e creativa fin dall'infanzia, presto ho sviluppato una forte passione per l'arte, il design e l'architettura. Dopo anni di studi passati sul tecnigrafo alla facoltà di architettura, sono diventata Project Manager presso un importante studio di architettura milanese, con il quale ho condiviso il re-styling della più famosa terrazza milanese. Nel 2020 ho fondato "Strolling In a Good Way" per condividere tips&tricks relativi all'home style, il tutto condito dalla mia creatività e dal mio background.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *