La prima stazione sciistica ad aver aperto già da settembre per la stagione 2019/2020 è quella dell’Ötztal, valle del Tirolo austriaco, che ospita anche il classico opening della Coppa del Mondo maschile e femminile. Dal 13 settembre scorso sono, infatti, a disposizione degli appassionati le piste dei due domaine skiable sui ghiacciai del Rettenbach e del Tiefenbach, a oltre 3.000 metri di altitudine. Tra le novità anche la cabinovia-gondola a 10 posti di Hochsölden, fruibile anche ai non sciatori, che conduce allo ski area del Giggijoch e ai suoi ristoranti gourmet.

La maggiore superficie sciabile sui ghiacciai dell’Austria
Non lontano dal confine del Brennero, il domaine skiable della vallata tirolese dell’Ötztal permette dunque le prime fantastiche discese grazie alle piste, perfettamente preparate, sui due ghiacciai, il Rettenbach e il Tiefenbach (collegati da uno spettacolare ski tunnel), entrambi a quota superiore ai 3000 metri: ciò fa del comprensorio, 20 kmq, culminante ai 3340 m dello Schwarze Schneid, la più grande area su ghiacciaio in Austria dedicata agli appassionati dello sci e dello snowboard.

Dal 14 novembre, però, poco dopo il vernissage della Coppa del mondo di sci di fine ottobre, tutti i 31 impianti di risalita di Sölden e della sua appendice in altitudine, Hochsölden, saranno attivi, con 144 chilometri di percorsi per tutte le capacità con neve assolutamente garantita. Con la possibilità di appoggiarsi su una rete di centinaia di soluzioni di soggiorno tra hotel, guest house, bed and breakfast, appartamenti.

Senza dimenticare, inoltre, i 30 rifugi e ristoranti in quota. E sulla cima del Gaislachkogl (3.048 m), raggiungibile in soli 12 minuti da Sölden grazie a una confortevole cabinovia, un must gastronomico è rappresentato da Ice Q, il ristorante gourmet più alto d’Europa, avveniristica struttura in vetro e acciaio, affiancato da una scelta per un après-ski spettacolare: l’installazione interattiva 007 Elements, dedicata al più famoso agente segreto del mondo e in particolare all’ultimo film, Spectre”, che proprio qui, in una location mozzafiato tra le vette dell’Ötztal, ha visto girate alcune emozionanti scene.

E non è finita. A inizio dicembre entrerà in servizio la nuova cabinovia di Höchsolden, che in meno di sei minuti conduce dai 1987 metri di altitudine della stazione di partenza a quota 2340 metri del Giggijoch, al centro di un domaine skiable con piste per tutte le capacità, anche per bambini e principianti. Questi ultimi potranno comodamente, alla fine della giornata, tornare alle sistemazioni ski in-ski out degli hotel di Höchsolden in cabinovia, evitando più impegnativi tracciati di rientro. Si tratta difatti di una confortevole gondola, dalla capienza di 10 persone, accessibile anche ai non sciatori che potranno raggiungere facilmente un hot spot strategico, tanto per il panorama quanto per le diverse possibilità di ristoro in loco. La cabinovia è fruibile perfettamente anche ai più piccini e alle persone anziane e le entrate senza alcuna barriera consentono di trasportare pure le carrozzine.

Sölden e l’Ötztal sono ben accessibili in auto dall’Italia attraverso il Passo del Brennero, autostrada A22, proseguendo, una volta al Passo, lungo la Brenner autobahn A13 fino a Innsbruck e da qui, in poco più di un’ora, all’imbocco della vallata. L’aeroporto più vicino è quello di Innsbruck, da dove è possibile raggiungere la valle con l’Ötztal Shuttle, che porta direttamente agli hotel dell’Ötztal. In treno si può arrivare, via Innsbruck, alla stazione di Ötztal, e di qui alle località sciistiche tramite bus.

Sito Web: www.oetztal.com
Email: info@oetztal.com.

Articoli DI:

aleluongo@tiscali.it

Alessandro Luongo è nato a Taranto il 12 luglio 1962. Si laurea in Filosofia con orientamento psicologico alla Statale di Milano, dove inizia a tracciare la sua teoria del "pensiero motorio". Lavora come giornalista per i principali gruppi editoriali nazionali (Rizzoli, Mondadori), scrive in particolare per il Corriere della Sera e vanta un'esperienza come autore televisivo in due produzione Rai2, di cui una realizzata in Arizona, nel 2006. E’ single, ma spera di trovare l’anima gemella con Coppiaperfetta.it.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie di terze parti. Per continuare a navigare nel sito dovete acconsentire al nostro uso dei cookies.