Professione barman. Inevitabile pensare al celebre film del 1988 “Cocktail”, dove Tom Cruise interpreta la parte di un giovane e carismatico disoccupato di New York diventato il re dei barman dell’Upper East Side a Manhattan, prima di trasferirsi in Giamaica e incontrare l’amore preparando ottimi drink in un chiringuito sulla spiaggia.

Alberghi, chioschi metropolitani o in località turistiche hanno sempre bisogno di giovani preparati ed entusiasti come il Tom Cruise della situazione.

Ma la passione, sia pur fondamentale, non basta. Occorre un’adeguata preparazione. Ecco perché, sono molti, giovani e meno, quelli che inseguono questo sogno, e poi lo realizzano pian piano seguendo un corso specialistico. Come quello di Mixology Academy, ad esempio, che nelle due sedi di Milano e Roma ha festeggiato i 10mila iscritti qualche mese fa. La scuola per bar tender è diventata ormai un riferimento prezioso per le maggiori catene alberghiere e i locali più alla moda che offrono stage e assunzioni. È nata nel 2008 dalla passione di due ragazzi romani, Ilias Contreas e Luca Malizia, all’epoca 25enni entrambi, amici da sempre, titolari della società Stairs srl cui Mixology Academy fa capo. E vanta numeri di rilievo: ogni 9 allievi su 10 trovano difatti lavoro in soli tre mesi.

Le storie di successo
Fra tutte quella di Nicholas Giardina, 26 anni, di Corigliano Calabro, che dopo i corsi alla Mixology Academy è volato in Canada, trovando lavoro il giorno dopo essere atterrato a Toronto, per poi spostarsi a Miami negli Usa, dove in soli due anni è diventato bar manager nella nota catena BICE che ha locali sparsi in tutto il mondo.

O Yasmine Montesano, 28 anni, di San Vito, in Calabria, che dopo una carriera in giro per l’Italia e l’Inghilterra, è tornata a Milano, dove lavora nel locale Carlo e Camilla in Segheria del famoso Chef Cracco.

Senza tralasciare l’esperienza di Riccardo Cerboneschi di 27 anni, da Venturina Terme, frazione di Campiglia Marittima (LI), in Toscana, ora barman al Locale Firenze, miglior Cocktail Bar d’Italia per la redazione Bar Giornale, e selezionato tra i semifinalisti nazionali della Campari Competition. Vale la pena di soffermarsi sui suoi cocktail suggeriti per un primo appuntamento o un addio al nubilato. Nel primo caso consiglia di

scegliere un gusto familiare a entrambi, giacché si tratta di un primo incontro; poi, col tempo, si potrà passare a un drink più ardito.

Per un addio al nubilato, invece,

l’ideale è un buon Pornostar Martini; eh, sì, un po’ di malizia negli ultimi giorni non guasta.

Il metodo Global Bartending
In Mixology Academy si applica un metodo scientifico di lavoro, il Global Bartending, ideato dalla scuola stessa e che ha doppia certificazione a livello internazionale per la progettazione e l’erogazione di corsi professionali nell’ambito del servizio bar. I corsi vanno dal livello di barman base per la professione barman, al più completo Global Bartender, di 180 ore, con la possibilità di un successivo perfezionamento per 12 mesi o più, attraverso allenamenti, simulazioni di lavoro, ripetizione dei corsi già frequentati e master integrativi. Possono partecipare uomini e donne di ogni età, anche minorenni e senza alcuna esperienza, e avviare anche una propria attività imprenditoriale.

L’accademia, infatti, non solo mette a disposizione attrezzature da bar all’avanguardia per simulazioni di situazioni di lavoro e garantisce la formazione specifica per le varie declinazioni (professional bartender, mixologist, bar chef, e via dicendo), ma prepara anche a trarne profitto come libero professionista, bar manager e imprenditore in Italia e all’estero.

Di fatto, 9 allievi su 10 trovano lavoro entro tre mesi dalla conclusione di un corso professionale, in pratica il 92,48% degli iscritti in due anni, come riportano le numerose testimonianze pubblicate sul sito corsiperbarman.it al link Testimonianze – Storie di successo.

www.corsiperbarman.it.

Articoli BY:

aleluongo@tiscali.it

Alessandro Luongo è nato a Taranto il 12 luglio 1962. Si laurea in Filosofia con orientamento psicologico alla Statale di Milano, dove inizia a tracciare la sua teoria del "pensiero motorio". Lavora come giornalista per i principali gruppi editoriali nazionali (Rizzoli, Mondadori), scrive in particolare per il Corriere della Sera e vanta un'esperienza come autore televisivo in due produzione Rai2, di cui una realizzata in Arizona, nel 2006. E’ single, ma spera di trovare l’anima gemella con Coppiaperfetta.it.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *