Ti sei mai chiesto qual è quella cosa che ha un effetto immediato sul tuo umore? Io non ho dubbi: donare o riceve un mazzo di fiori.

E me ne sono resa conto anche attraverso il mio profilo Instagram: quando posto un’immagine di un bel mazzo di fiori colorato ottengo immediatamente feedback positivi dai miei follower.

In questo articolo ti voglio parlare di tutti i nuovi trend in fatto di flower design.

Breve spoiler: i protagonisti saranno due, fiori e sostenibilità, due parole in forte antitesi tra di loro.

Ormai sai tutto di chi cuce, e dove, i tuoi abiti, delle farine con cui viene preparato il pane che acquisti, ma dei fiori nulla o poco più.

Potete trovare questo prezioso libro cliccando qui

Era il 2007, quando la scrittrice americana Amy Stewart pubblicò il suo libro Flower Confidential: The Good, the Bad and the Beautiful in the Business of Flowers, una sorta di indagine su ciò che avviene dietro le quinte dell’industria dei fiori a livello globale.

Il libro è stato una rivelazione, che ha scatenato numerose domande e queste domande hanno avuto risposta nella nascita di diversi progetti.

Slow Flower

È una filosofia diventata un vero e proprio movimento mondiale. Organico, locale e stagionale, le parole chiave che descrivono lo Slow Flower. In Italia sono nate diverse realtà che seguono questa filosofia.

Roberta e Nadia, dopo aver mollato il mondo della finanza europea, hanno dato vita a una starup, Fiore Urbano, che prepara mazzi di fiori freschi appena colti, consegnandoli in abbonamento a Milano.

Info: https://fioreurbano.com/

Rimaniamo nella città meneghina: conosci Raw Fleurs?

Vende soltanto fiori “organici”, coltivati seguendo il ritmo della natura e senza l’uso di pesticidi.

Fiori e piante biologici una volta ordinati online, vengono raccolti da coltivatori locali e aziende agricole biologiche eliminando gli intermediari.

Raw Fleurs è un laboratorio floreale che fa consegne a domicilio. Gli artigiani confezionano il mazzo e te lo spediscono direttamente a casa “portando in città il buonumore”.

Info: www.rawfleurs.com

MIRAI Flowers

A dicembre 2002, sempre a Milano, nasce MIRAI Flowers, che ha la missione di riportare valore alla bellezza dei fiori.

Una bellezza legata al desiderio di condividere gioia, rispettando non solo le condizioni di chi lavora nell’industria, ma anche la natura con i suoi cicli.

Il brand nasce dalla passione per i fiori della sua fondatrice e dal suo desiderio di trovare un’idea innovativa per renderli duraturi.

Nella lingua giapponese, “mirai” significa futuro, quindi dare futuro ai fiori.

Il processo permette di mantenere la loro forma e il loro colore originale, lasciandoli tattili e fedeli al loro splendore autentico per oltre un anno.

Te li consiglio se vuoi regalare un mazzo di fiori con l’obiettivo di essere ricordato per mooolto tempo!

Info: mirai.flowers

Nei Paesi nordici comprare un mazzo di fiori equivale ad acquistare il pane o il giornale, cioè è un acquisto abituale, mentre in Italia è sempre stato legato a festeggiamenti o eventi particolari, non so tu ma io in questo ultimo anno ho sentito forte il desiderio di avere fiori freschi in casa, per tutti quei benefici che apportano all’umore, allo spirito, donandomi almeno un po’ di leggerezza.

E ora, dopo questo excursus sui nuovi fiori, sono sicura che anche tu condividerai con me questo pensiero!

Segui l’influencer e interior designer Sara Cassinari sul suo profilo IG #strollinginagoodway

Articoli BY:

cassinarisa@gmail.com

Curiosa e creativa fin dall'infanzia, presto ho sviluppato una forte passione per l'arte, il design e l'architettura. Dopo anni di studi passati sul tecnigrafo alla facoltà di architettura, sono diventata Project Manager presso un importante studio di architettura milanese, con il quale ho condiviso il re-styling della più famosa terrazza milanese. Nel 2020 ho fondato "Strolling In a Good Way" per condividere tips&tricks relativi all'home style, il tutto condito dalla mia creatività e dal mio background.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *