Mi rendo conto di essere una persona fortunatissima. L’amore per la vita mi ha sempre aiutata ad andare avanti e nei momenti difficili ho miracolosamente trovato intorno a me qualcosa a cui aggrapparmi; mai ho pensato al prossimo e al quotidiano con cinismo o indifferenza.

So che non per tutti è così. La vita spesso indurisce e non viene affatto naturale trovare il lato positivo di un contrattempo o godere delle piccole cose silenziose mentre ci si sente in credito con il resto del mondo. Insomma, la gratitudine spontanea per il fatto di essere vivi, il più delle volte si smarrisce per strada.

Succede di realizzare quanto eravamo fortunati quando è troppo tardi per goderne appieno, quando perdiamo qualcosa o, ahimè, qualcuno che abbiamo sempre dato per scontato.

Ma perché non riconoscere per tempo gli infiniti motivi che abbiamo per dire grazie in ogni occasione? Questa è la domanda che ci rivolge Ivan Nossa nel suo “Il potere e la magia della gratitudine”.

Non si tratta di uno sforzo straordinario, ci spiega Nossa, bensì di un’abitudine alla portata di tutti, basta cominciare e una volta acquisita diventerà un’irrinunciabile costante delle nostre giornate.

La gratitudine ripulisce dalla negatività e dona un’esistenza più ricca e armoniosa; può migliorare la qualità della nostra vita al punto da non poterne più farne a meno, come il sorriso di chi amiamo.

Affinché nessuno si scoraggi, l’autore fornisce istruzioni dettagliate e qualche trucco sul come e il quando cominciare a guardare il mondo da una prospettiva diversa, spalancando gli occhi sulla meraviglia senza fine che ci circonda. Impareremo ad essere grati a prescindere, per il solo fatto di essere vivi, a dire grazie sempre di tutto!

Se non vi ricordate come pregare – suggerisce Nossa – rivolgete gli occhi al cielo, alle stelle, a un fiore o a un amico e dite grazie!

Si può imparare a trasformare intoppi scoccianti in opportunità e ad accettare dolori profondi e incomprensibili come parte del fluire della vita, simili al buio che consente a una stella cadente di esistere. È la vita stessa ciò che noi non abbiamo strumenti per comprendere ma la possibilità di modificare.

Agli scettici sembreranno ingenui consigli invece, affrontando la vita con un sentimento di gratitudine, ne avvertiremo personalmente la vibrazione positiva, come un’allegria contagiosa. Potremo verificare il nostro potere di trasformare l’atmosfera che ci circonda e trovare sempre l’energia per farci coraggio, l’energia che deriva dalla pace interiore.

Sicuramente non fa felici realizzare che la nostra vita è costituita da momenti che scorrono mentre l’ansia ci distrae. Per questo le “leggi” della gratitudine ci inducono prima di tutto a cercare al centro di noi stessi, ad ascoltare ogni cosa con il cuore, per poi vivere qui e ora, dove il nostro respiro segna il ritmo della vita.

Con un sorriso, senza giudicare, senza aspettarci nulla in cambio. Quando il nostro cuore e la nostra anima si aprono alla gratitudine, diveniamo consapevoli dello splendore di tutto ciò che già siamo e già possediamo, ricevendo in cambio il dono di una luminosa serenità.

Per approfondire l’argomento, abbiamo avuto la possibilità di rivolgere alcune domande all’autore ecco cosa ci ha raccontato.

Gentile dottor Nossa, quale tra le Sue personali paure è stato più difficile combattere?

Tutti noi abbiamo delle paure e agiscono come dei freni impedendoci di realizzare la vita che vorremmo. Io come tutti ne ho diverse, ma ci ho lavorato, le ho osservate a lungo e pian piano si sono sciolte. È proprio l’osservazione e la presa di coscienza di queste paure che le rende innocue. Abbandono, povertà, solitudine nella mia vita ho incontrato tante paure.

Lei dedica un capitolo ad una preghiera hawaiana che l’ha aiutata a guarire, era scettico; cosa è ha fatto scattare in Lei la molla, la scintilla che Le ha aperto gli occhi?

Ho conosciuto questa preghiera grazie al libro di Joe Vitale “Zero Limits” e poi è diventata una mia amica inseparabile tanto che le ho dedicato un capitolo nel libro. Mi sono innamorato subito di questa antica preghiera hawaiana nella sua forma diffusa in occidente. Per la sua semplicità e facilità. Quattro semplici parole da ripetere ogniqualvolta se ne sente il bisogno “ti amo, mi dispiace, ti prego perdonami, grazie”. Ci permette di ripulire il nostro mondo interiore guarendo di conseguenza il mondo intero.

Quale passo nella Sua crescita interiore viene dopo questo libro sulla gratitudine? In che direzione sta approfondendo la sua ricerca?

Il passo successivo è stato il perdono. Scrivere Il Potere e la Magia del Perdono è stato un viaggio impegnativo ma ricco di scoperte e doni. Un passo indispensabile per trovare la nostra pace. Il passo successivo sarà l’amore.

Tra le Sua letture, cosa potrebbe segnalarci tra i testi guida da rileggere all’infinito, come per noi il suo libro sulla gratitudine?

Dell’amico Joe Vitale il libro che ho citato prima e The Miracle tra tutti. Il mio cambio di vita iniziò leggendo The Secret. Poi lasci che le citi gli autori che più hanno influito su di me con tutti i loro libri: Anthony De Mello, Neale Donald Walsh, Osho, Don Miguel Ruiz, Eckart Tolle, ce ne sarebbero davvero molti da citare. Sono inoltre un estimatore delle parole di Gesù e Buddha, dalla cui lettura traggo sempre grande ispirazione, conforto e coraggio.

Potete seguire Ivan Nossa ai seguenti indirizzi:
Sito Web: ivannossa.com
Instagram: @ivannossaofficial

[bws_pdfprint display=”pdf”]

Articoli BY:

fiammaorsi@gmail.com

Fiamma Orsi è nata a Milano nel 1969 e si è laureata in lettere moderne all'Università Statale. Ha svolto i lavori più diversi dal catering alla moda, all'editoria e ancora si dibatte nel dilemma tra creatività e senso pratico. Intanto, dal matrimonio con un artista austriaco, sono nati due figli che restano la sua “vocazione” primaria. Ama molto la sua città ma sogna l'isola greca che da anni la ritempra nel corpo e nello spirito. Vegana integrale, cerca di vivere con gratitudine, un passo alla volta, il più possibile all'aperto.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie di terze parti. Per continuare a navigare nel sito dovete acconsentire al nostro uso dei cookies.