Da maggio possiamo finalmente muoverci nella nostra regione e incontrare la donna con cui abbiamo chattato finora, desiderando d’incontrarla. Ecco i dieci consigli per non mandare tutto a monte sin dalle prime battute.

1 Sii rilassato
L’errore principale che commettiamo spesso noi maschi è quello di idealizzare la donna dei nostri sogni e partire con aspettative alte. Errato, l’approccio psicologico ideale è quello di incontrare un’amica, con cui si è già stabilito un contatto familiare, appunto. Se parti immaginando che sia una “gnocca” mozzafiato e poi ti trovi davanti a una che non corrisponde alla tua immaginazione, la delusione sarà maggiore.

2 Non divorarla con gli occhi
Il passo successivo è mostrarti a tuo agio. Se c’è una cosa che dà fastidio a una ragazza, è sentirsi appiccicati addosso gli occhi di un uomo, soprattutto con la classica “bava” alla bocca. Se rimani davvero senza fiato, manifesta pure il tuo stupore, ma con simpatia e un complimento spiritoso.

3 Non chiederle l’età
Mai domandare l’età alle prime battute, potresti pregiudicare tutto e mettere in imbarazzo la “preda”.

4 E nemmeno la professione
Altra domanda da tenere “di riserva”, e solo quando la complicità è consolidata. Anzi, aspetta che sia lei a dirtelo.

5 Non usare la forza fisica
Bene, ora vi siete visti, piaciuti, è scattato subito il giusto feeling. Tu che fai? Ti senti “bulletto” di periferia, la afferri per un braccio e cerchi di portarla via? Grave errore

6 Non essere noioso e negativo
“Mi chiamo Paolo, lavoro in banca, sono iscritto in palestra”, e via dicendo. “Ho frequentato un Master alla Bocconi”, e via dicendo. E che barba, per usare un eufemismo. Non sei mica a un colloquio di lavoro. Cerca di farla divertire ed essere spiritoso, sii te stesso. E, soprattutto, ascoltala con attenzione.

7 Evita discorsi sulle ex
Uno degli errori più diffusi (anche da parte di molte donne) è quello di raccontare di avventure passate. Se una donna inizia con questo piglio è già segno che non è interessata a voi, e che vi sta trattando esattamente come un amico. Evitate perciò lo stesso vostro errore. Non entrate nei dettagli raccontando perché siete singoli, ed evitate qualsiasi riferimento erotico passato.

8 L’apparenza non basta
Sei convinto che basti arrivare al primo incontro con un’automobile nuova fiammante per fare colpo su di lei? Concentrati di più su un look curato ma non eccessivamente. Una bella camicia bianca e una giaccca vanno sempre bene. Ricordati: se hai un’auto appariscente, ma poi sbagli i congiuntivi e i condizionali, non hai chance, salvo che lei non sia una gran buzzurra come te.

9 Non guardare le altre
Capita sempre, vedrai. Sei in sua compagnia e dopo un attimo ti vedi passare davanti una sventola. A lei non sfuggirà alcuna sfumatura. Se tu ti giri in quel momento o la guardi con cupidigia, hai già bruciato le tue possibilità di conquistarla, fidati. Penserà che sei il solito “marpione” o solo in cerca di avventure (anche se magari è quello che vuole anche lei).

10 Bandire la volgarità
Usa modi garbati ed evita le parolacce o il turpiloquio. Non ti chiedo di parlare come un baronetto, ma almeno non bestemmiare e non usare un linguaggio da tifo calcistico o bar dello sport!

Tratto dal “Manuale dell’abbordaggio” di Alessandro Luongo (Bruno Editore)

ISCRIVI AL CLUB DI COPPIAPERFETTA.IT

Un sistema esclusivo che ti permetterà di trovare la tua anima gemella. Oltre al nostro sistema di algoritmi avrai a disposizioni anche dei consulenti a cui fare domande dirette.

Articoli BY:

aleluongo@tiscali.it

Alessandro Luongo è nato a Taranto il 12 luglio 1962. Si laurea in Filosofia con orientamento psicologico alla Statale di Milano, dove inizia a tracciare la sua teoria del "pensiero motorio". Lavora come giornalista per i principali gruppi editoriali nazionali (Rizzoli, Mondadori), scrive in particolare per il Corriere della Sera e vanta un'esperienza come autore televisivo in due produzione Rai2, di cui una realizzata in Arizona, nel 2006. E’ single, ma spera di trovare l’anima gemella con Coppiaperfetta.it.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *