Ci si guarda in faccia all’Oyster Bar a Milano. Una recente apertura (ottobre 2019) dell’imprenditore Luca Guelfi, proprietario di altri esclusivi locali meneghini.

Qui non ci sono tavoli separati, infatti, ma un solo bancone a ferro di cavallo con diversi sgabelli. Il locale nasce dunque con forte vocazione social. Piccolo e accogliente e dall’atmosfera internazionale, propone oltre 20 varietà di ostriche, la specialità della casa, ovviamente.

Nel menu non mancano i frutti di mare, una ricca selezione di crostacei e piatti a base di pesce, caldi e freddi. Non male la cantina: oltre 70 le etichette di vini e poi champagne di pregio. E per dessert, una cheesecake al mango.

Fra le specialità, il ceviche di orata con mango, cipolla rossa, leche de tigre e peperoncino (18 euro); caviale Sevruga (10 gr con patata novella e anche panna acida, 20 euro); gli scampi scottati con rucola, porcini crudi e citronette (18 euro); tartare di salmone con le sue uova, mozzarella di bufala e avocado (18 euro); astice blu al vapore con salsa bernese calda fatta in casa (48 euro).

Ci si rilassa poi con una gradevole musica di sottofondo. L’arredo è in stile chic underground. Spiccano i mattoni a vista, lanterne colorate, specchi originali e lampade. Un piccolo locale, intimo, ideale anche per fare conoscenze.

Oyster Bar, via Archimede 12, Milano, tel. 02.27018937.

Articoli BY:

aleluongo@tiscali.it

Alessandro Luongo è nato a Taranto il 12 luglio 1962. Si laurea in Filosofia con orientamento psicologico alla Statale di Milano, dove inizia a tracciare la sua teoria del "pensiero motorio". Lavora come giornalista per i principali gruppi editoriali nazionali (Rizzoli, Mondadori), scrive in particolare per il Corriere della Sera e vanta un'esperienza come autore televisivo in due produzione Rai2, di cui una realizzata in Arizona, nel 2006. E’ single, ma spera di trovare l’anima gemella con Coppiaperfetta.it.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *