L’amore per le due ruote sbocciato dal fallimento di una relazione del compagno che la portava con sé sulla sua Harley nel 2015, e dalla nostalgia per quella moto. Single e in giro per il globo, chissà dove e se troverà di nuovo un compagno che la farà impazzire come il rombo di quella motocicletta. Il suo viaggio per i sei continenti è iniziato il 9 agosto in direzione est. <<Non ho limiti di tempo o mete rigide da raggiungere>> ci racconta via mail.

Elena Axinte, 34 anni, romena trapiantata a Milano dal 2008, di professione attrice e teatroterapeuta, sta dunque coronando il sogno di toccare altri paesi con l’Harley Davidson 883 Iron già abbozzato nell’estate del 2018 in Africa, con il progetto “Hele Biker- She rides the world”.

Come nasce questo desiderio irrefrenabile? Tutto accade nell’estate 2017, quando la biker viaggia per tutto il sud della Francia, fermandosi a Cannes un mese a lavorare come hostess all’Armani caffè. E qui sente <<che la strada era la mia casa e che volevo fare quella vita, ma non potevo fare ancora quello che volevo, perché mi aspettava il lavoro a settembre>>.

La globetrotter delle due ruote è laureata in Belle arti con indirizzo recitazione e anche in psicologia, si occupa di teatro di ricerca, in particolare nei laboratori teatrali per i migranti in un centro a Monza. Un impegno professionale che ha dalla sua parte, tuttavia, una lunga pausa estiva di oltre tre mesi. Inizia così a programmare il suo prossimo tour.

Nell’agosto 2018 “Hele Biker” era sbarcata a Tangeri toccando il Marocco, la Mauritania, Senegal, Guinea Conakry, Costa d’Avorio, e dedicando la destinazione finale all’associazione. E già, allora si era impegnata in una settimana di volontariato con un laboratorio teatrale, conclusosi con una rappresentazione artistica alla quale partecipò anche la comunità di motociclisti locale. In tutto quattro mesi nell’Africa occidentale senza mai trascorrere una notte in albergo o in una tenda, sempre e solo ospite della gente del posto.

La scorsa estate è partita contando solo sui suoi risparmi e l’intenzione di portare il suo lavoro di teatroterapia in giro per il mondo. <<Non so quanto durerà, potrei rimanere o tornare, chissà>>. Ha così già attraversato gran parte dei Balcani passando per la Slovenia, Croazia, Bosnia, Montenegro, Kosovo e Serbia. In poco più di un mese ha cambiato 18 case in 6 paesi differenti e appreso tanta storia e cultura. In particolare la storia delle guerre. In Bosnia e Kosovo, per esempio, tutti hanno un vissuto importante da condividere. L’ultima volta che abbiamo avuto sue notizie era diretta a est. <<Attraverserò l’Europa dell’Est passando per i Balcani per poi fare una lunga tappa nella mia terra di origine, la Romania, visitandola ed esplorandola il più possibile. Poi andrò verso il Medio L’Oriente e l’Asia>>.

Come si guadagnerà da vivere? <<Cucinando magari un piatto italiano o rumeno, giocando con i bambini e facendo conoscere il mio lavoro>>. <<Vorrei trascorrere l’inverno nei paesi caldi del sud dell’Asia per poi risalire la prossima estate verso la Siberia, e, infine, nel continente americano dall’Alaska>>.

Articoli BY:

aleluongo@tiscali.it

Alessandro Luongo è nato a Taranto il 12 luglio 1962. Si laurea in Filosofia con orientamento psicologico alla Statale di Milano, dove inizia a tracciare la sua teoria del "pensiero motorio". Lavora come giornalista per i principali gruppi editoriali nazionali (Rizzoli, Mondadori), scrive in particolare per il Corriere della Sera e vanta un'esperienza come autore televisivo in due produzione Rai2, di cui una realizzata in Arizona, nel 2006. E’ single, ma spera di trovare l’anima gemella con Coppiaperfetta.it.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *