“L’amore. Certo, l’amore. Fuoco e fiamme per un anno, cenere per trenta”. Così Don Fabrizio, personaggio del capolavoro di Giuseppe Tomasi di Lampedusa “Il Gattopardo” (1958), descrive l’amore all’interno della coppia. Ma cosa accade tra lui e lei in questo periodo, per tante ore vicini tra le mura domestiche? Vediamo come approfittare o delle settimane di clausura “non scelta” per riaccendere il desiderio sessuale.

In questi giorni abbiamo una formidabile risorsa a nostra disposizione: il tempo. Possiamo trovare dei momenti per riscoprire un’intimità a due che potrebbe essersi affievolita nel corso degli anni, o anche dopo pochi mesi di convivenza. Questo fenomeno è normale. Sappiamo da infinite ricerche e dall’esperienza che, tra le coppie di lunga durata, diminuiscono gradualmente la libido e le componenti di attrazione. I medici ci spiegano che la passione “chimica”, legata al rilascio delle dopamine quando ci si innamora, può durare fino a tre anni di relazione, poi tende a sbiadire.

Allora partiamo da queste considerazioni (concrete), per evitare incomprensioni e poterci avvicinare di nuovo. Come degli “esploratori”. Proviamo ad andare oltre gli automatismi, per riscoprire cosa significa seduzione, carezze, sensualità, amore, uno sguardo tentatore, sentire il profumo della sua pelle, sfiorare delicatamente il suo collo come non lo facevamo forse da mesi. Adesso abbiamo il tempo. E lo spazio, se abbiamo un po’ di fantasia (cosa ne dite della cucina?). Qual è il mio desiderio adesso? Quali sensazioni sta provando la persona che amo?

E’ importante mettersi in ascolto. Oltre che dal buon senso, la conferma è arrivata recentemente anche dalle ricerche condotte dalla dottoressa Gurit Birnbaum, psicologa sociale all’Interdisciplinary Center (Idc), in Israele. “Il trucco per riaccendere la passione? Essere gentili l’uno con l’altro”, afferma  Birnbaum. Lo studio – pubblicato sul “Journal of Personality and Social Psychology” –  dimostra come ascoltare i bisogni del partner, anche fuori dalla camera da letto, aiuti a mantenere alto il livello del desiderio sessuale. “La sensibilità crea nel partner la sensazione di essere compreso a fondo”, spiega  Birnbaum. “Fa sentire speciali, e questo è molto, molto sexy”.

Le persone più reattive a livello emozionale al proprio partner sono quelle che cercano di comprendere a fondo ciò che l’altro dice, riconoscono quello che conta per l’altro: obbiettivi, desideri, talenti; ed esprimono il proprio affetto. Possiamo provare e andare in quella direzione. Senza avere aspettative di alcun genere. Gli orientali direbbero: “Se hai una buona intenzione sei già a metà strada”.

Articoli BY:

abarbangelo@tiscali.it

Giornalista e web writer. Antonio Barbangelo vive e lavora a Milano, ama il mare e i profumi delle colline toscane. Giornalista professionista dal 1989, scrive di economia, marketing, comunicazione, psicologia. Impara il “mestieraccio” parlando di ambiente in una radio privata e collaborando col settimanale Il Mondo (Rizzoli); poi lavora nelle redazioni di GenteMoney, BancaFinanza, ItaliaOggi, L’Impresa. Si è occupato di editing e ghostwriting per banche e compagnie assicurative; nel 2009 ha scritto Pausa Caffè (Egea Editore), un libro sul mondo della distribuzione automatica. Ascolto e curiosità sono i suoi ferri del mestiere preferiti. Negli ultimi anni si è fatto catturare dalla passione per diari e autobiografie, con la complicità del prof. Duccio Demetrio, fondatore della LUA, la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (Arezzo).

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie di terze parti. Per continuare a navigare nel sito dovete acconsentire al nostro uso dei cookies.