Ama il corpo tuo come te stesso, vivi circadiano” è un libro a esperienza multimediale – con oltre 50 video scaricabili con il codice QR – scritto da Francesco Menconi, health trainer certificato in metodologie antiaging e antistress all’Università La Sapienza di Roma, e docente del Centro sportivo nazionale.

L’health trainer si occupa di far riscoprire alle persone la semplicità unica del proprio corpo e insegna ad armonizzare movimenti e stile di vita ai bioritmi della nostra natura cellulare”.

Il concetto base è il ritmo circadiano, vale a dire l’orologio interno presente in tutti gli esseri viventi, umani e vegetali regolato dalla luce e dal buio, su cui Menconi (44 anni, nativo di Carrara) insiste già da un decennio. L’esperto si occupa difatti da allora di Pnei, psico-neuro-immuno-endocrinologia, branca della medicina che studia le interazioni fra sistema nervoso, motorio, neuromuscolare, osseo e ormonale correlati ai nostri pensieri e stress ambientale. E nel 2017 la Pnei ha assunto ancora più rilevanza dopo l’assegnazione del Premio Nobel per la Fisiologia e Medicina ai tre statunitensi Jeffrey C. Hall, Michael Rosbash, e Michael W. Young per la scoperta dei meccanismi molecolari che controllano i ritmi circadiani.

La vita sulla Terra si è sempre adattata alla rotazione del nostro pianeta. Tutti gli organismi viventi, inclusi gli esseri umani, hanno un orologio biologico interno che li aiuta ad anticipare e adattarsi al ritmo regolare della giornata.

Ma come funziona effettivamente quest’orologio? I tre studiosi (che hanno lavorato o lavorano alle università di Brandeis a Waltham, Massachussetts e alla Rockefeller University) sono stati in grado di sbirciare all’interno del nostro orologio biologico e chiarire le sue funzioni interne. Le loro scoperte spiegano come le piante, gli animali e gli esseri umani adattano il loro ritmo biologico in modo che sia sincronizzato con le rivoluzioni della Terra. “Insomma – riprende Menconi – questa scoperta ha provato scientificamente che le regolazioni di questi ritmi e le modulazioni del nostro sistema nervoso attraverso biofeedback ci permettono di far sì che il nostro orologio interno segni la giusta ora”.

Per dirla in parole più semplici, fenomeni come il jet lag sono un disregolazione dei ritmi circadiani, così come l’ora legale, ad esempio. “Tutti noi abbiamo in maniera cronica queste disregolazioni, sia per colpa di diete drastiche o non rispettose dei ritmi circadiani, o per abuso di alcol e farmaci. Per non parlare, poi, di stress insistenti quotidiani come le suonerie dei cellulari, le luci Led e altri rumori persistenti. E così non c’è differenza fra stress percepito e stress reale”.

Menconi potrebbe andare avanti ancora per molto, ma è bene approfondire i suoi consigli leggendo il libro (editore Fks, 26 euro). “In un mondo di diete e iperatleti – si legge nella prefazione di copertina – di fobie e paure, tornare verso la nostra unica casa, verso il nostro movimento e il nostro respiro, è l’unica possibilità per diventare capaci di affrontare gli imprevisti dell’esistenza”.

francescomenconi.it

Articoli DI:

aleluongo@tiscali.it

Alessandro Luongo è nato a Taranto il 12 luglio 1962. Si laurea in Filosofia con orientamento psicologico alla Statale di Milano, dove inizia a tracciare la sua teoria del "pensiero motorio". Lavora come giornalista per i principali gruppi editoriali nazionali (Rizzoli, Mondadori), scrive in particolare per il Corriere della Sera e vanta un'esperienza come autore televisivo in due produzione Rai2, di cui una realizzata in Arizona, nel 2006. E’ single, ma spera di trovare l’anima gemella con Coppiaperfetta.it.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie di terze parti. Per continuare a navigare nel sito dovete acconsentire al nostro uso dei cookies.