Prima di farci impressionare dal termine, immaginiamo le pattine che mettiamo sotto le scarpe quando chi ci ospita in casa o una coppia (perfetta) super-meticolosa ci impone la massima attenzione nel camminare sui pavimenti.

Il Flowing è esattamente questo: scivolare su pattine ad hoc.

Si tratta di una tecnica proveniente dal cosiddetto “Movimento Funzionale”, che vede sequenze di gesti a corpo libero come nei tempi che furono.

Ed è, in fondo, la storia del fitness, che corre e ricorre storicamente attraverso metodiche d’allenamento cercando d’allontanarsi dal solito vecchio schema: macchine e pesi.

C’è da dire che oggi ogni nuova disciplina che entri nel mercato del fitness è ben ponderata e testata sul campo da tecnici e allenatori, a differenza del passato, dove la necessità d’imporre nuovi attrezzi spesso inutili vedeva anche qualche flop.

Qui è diverso, perché conta sempre e solo il risultato: un corpo migliore.

Nella tecnica Flowing, in mancanza d’attrezzature ad hoc, basterà una semplice pallina di carta sotto i piedi, per allenarsi seguendo un trainer reale (o virtuale) che abbia fantasia.
“Flowing” vuol dire scorrere o scorrimento, e il termine illustra chiaramente di che si tratta.

In condizioni normali, camminando in avanti non possiamo farlo scivolando, ma facendo avanzare la gamba per poi appoggiare il piede.

Se invece facciamo un affondo con la tecnica Flowing, cioè mettendo sotto il piede qualcosa che faccia slittare il piede in avanti, si coinvolgerà al massimo tutto l’insieme.   

Dopo qualche allenamento avremo capacità di controllo dei movimenti, migliore atteggiamento posturale e più efficacia a livello di tonificazione.

E nel calderone delle cose utili un gluteo più tonico in minor tempo rispetto all’allenamento standard: provare per credere.

Roberto Romano, Brand Manager Walkstreet for fitness www.walkstreet.it

Articoli BY:

robyromano@hotmail.com

Laureato in relazioni pubbliche allo IULM, nella vita mi divido tra la scrittura di articoli di fitness come blogger e come contributor per magazine nazionali – tra cui Il Sole 24 Ore Sport, Vanity Fair, Sorrisi & Canzoni, Men’s Health e Starbene - attraverso i quali divulgo la cultura dello stare in forma, e la riorganizzazione gestionale di centri fitness e il recupero di impianti sportivi in difficoltà in qualità di gym manager. Quando ero un modello allenato e sportivo ho studiato esercizi e tecniche di allenamento che oggi costituiscono il patrimonio che trasmetto tutti i giorni ai personaggi del mondo della moda, della tv, dello spettacolo e della finanza che seguo one-to-one come coach-trainer e alle migliaia di persone che mi leggono sui magazine e sul mio sito (www.ptonline.it). La mia fitness-philosophy con le mie opinioni sull’universo fitness adesso è anche su Coppiaperfetta. Stay tuned.

    Leave a Comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *