_ Mi metti un po’ di crema da sole sulla schiena?
_ Va bene così?      
_ Benissimo! Che bello! E che piacevole massaggio!
Potrebbe essere il frammento di una conversazione – con lei o lui – in spiaggia, magari in un posto non troppo affollato, vicino al bagnasciuga. Il contatto – anche minimo – pelle contro pelle, infatti, produce un effetto piacevole e “terapeutico”. Sul corpo di entrambi.

Cosa accade quando tocchi la pelle di lui o di lei?

Il corpo produce e mette in circolo una serie di endorfine, neurotrasmettitori che riducono la soglia del dolore e favoriscono il benessere. E mette in circolo un ormone: l’ossitocina (chiamato anche l’ormone dell’amore), prodotto dall’ipotalamo, una piccola zona del cervello situata nell’area centrale, interna ai due emisferi, vicino al’ipofisi.

Se vuoi esporti un po’ di più, mostrare il tuo interesse e la tua attrazione, per lui o per lei, tocca la sua mano. Accarezzala, … tienila stretta per qualche secondo tra le tue. Avverrà una “magia”!

E non lesinare gli abbracci.

La durata media di un abbraccio tra due persone che non sono in relazione è di 3 secondi; ma i ricercatori hanno scoperto che quando un abbraccio dura almeno 20 secondi entra in gioco il nutriente ormone.

“… Nulla ha più senso se adesso il tuo abbraccio non c’è …”, canta Eros Ramazzotti in “Sei un pensiero speciale”.
Mentre tra le note di “Una finestra tra le stelle”, interpretata da Annalisa, sentiamo “…È più dolce la paura se mi tieni un tuo abbraccio …”.

L’ossitocina viene rilasciata dall’organismo ogni volta che c’è un contatto tattile “desiderato” (magari atteso da tempo), che trasmette un senso di piacere e relax.

È una sorta di “medicamento naturale”, che riesce perfino a rafforzare il sistema immunitario e a far dimenticare emozioni ed esperienze negative.

Inoltre, fa aumentare il senso di attaccamento all’altra persona.

Si pensi solamente alle decine di studi che dimostrano, da anni, l’importanza del contatto pelle a pelle tra la madre e bebè, subito dopo la nascita; e quanto l’intensità e la durata di questo contatto possa influenzare in futuro la salute psico-fisica del neonato.

“Ogni esperienza affettiva è ‘intrisa’ di ossitocina”

Spiegano medici e psicologi. Un contatto tattile leggero (un semplice sfiorare…) può avvenire durante il corteggiamento.

Carezze, baci, abbracci, gesti di tenerezza. Ti stai prendendo cura del tuo lui, o della tua lei. Senza usare le parole.

E poi… Massaggi e tocco saranno il prologo dell’intimità sessuale.

Perché per provare un piacere totale è fondamentale “sentire” la tua pelle e quella della persona con cui stai condividendo l’esperienza d’amore.

Il nostro corpo è tutta una zona erogena, ricca di terminazioni nervose, che se stimolate nel modo giusto possono regalare eccitanti sensazioni.

Qual è la “mappa” del piacere nel corpo della persona che ami?

ISCRIVI AL CLUB DI COPPIAPERFETTA.IT

Un sistema esclusivo che ti permetterà di trovare la tua anima gemella. Oltre al nostro sistema di algoritmi avrai a disposizioni anche dei consulenti a cui fare domande dirette.

Articoli BY:

abarbangelo@tiscali.it

Giornalista e web writer. Antonio Barbangelo vive e lavora a Milano, ama il mare e i profumi delle colline toscane. Giornalista professionista dal 1989, scrive di economia, marketing, comunicazione, psicologia. Impara il “mestieraccio” parlando di ambiente in una radio privata e collaborando col settimanale Il Mondo (Rizzoli); poi lavora nelle redazioni di GenteMoney, BancaFinanza, ItaliaOggi, L’Impresa. Si è occupato di editing e ghostwriting per banche e compagnie assicurative; nel 2009 ha scritto Pausa Caffè (Egea Editore), un libro sul mondo della distribuzione automatica. Ascolto e curiosità sono i suoi ferri del mestiere preferiti. Negli ultimi anni si è fatto catturare dalla passione per diari e autobiografie, con la complicità del prof. Duccio Demetrio, fondatore della LUA, la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (Arezzo).

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *